DDA Dawson Design Associates

L’ex Kimpton Hotel Vintage Park è rinato nel nuovo Hotel Vintage ed è entrato nel mercato dei boutique hotel di lusso di Seattle con una nuova posizione, una storia ‘speciale’ e una ristrutturazione completa costata l’enorme cifra di 10 milioni di dollari. Il nuovo Hotel Vintage si occupa dei vini di eccellenza ispirandosi alla storia dei vini europei e amalgamandola nel look e nel gusto tipico dell’America Nord-Occidentale. In questo modo si occupa anche del significato e del ruolo che il vino gioca nelle nostre vite.
Il progetto del team Dawson Design Associates per l’Hotel Vintage è stato quello di creare uno spazio in cui raccontare la storia del vino come una vera e propria esperienza. Ognuna delle 125 camere dell’ex Hotel Vintage Park porta il nome di una casa vinicola dello stato di Washington. “Il nostro team di designers ha voluto mettere in evidenza il gusto personale e le caratteristiche familiari a favore dei nostri ospiti, creando un’esperienza che calzi lo stile contemporaneo e casual del Nord-Ovest e del marchio Kimpton. I nostri designers sapevano che era fondamentale mantenere quella connessione in modo da accrescere la fusione tra il tema del vino e l’esperienza di soggiorno all’Hotel Vintage”, spiega Renee Herron, Marketing Director della Dawson Design Associates.
“Abbiamo iniziato a interessarci alle modalità di descrizione del gusto del vino: vivace, rustico, robusto, speziato, corposo… e abbiamo indagato su come ricreare un’esperienza che potesse ispirarsi a quel lessico specifico, alla complessità del vino, un’esperienza di calore e di stile, proprio come la cultura del Nord-Ovest”, dice Andrea Daeson Sheehan, direttore artistico e amministratore delegato della Dawson Design Associates. “Dopotutto la pianta della vite assorbe tutte le sostanze contenute nel terreno in cui cresce. Questo aspetto caratterizza lo stile dell’Hotel Vintage, rispecchiando l’atteggiamento sofisticato che incontra il gusto dei nostri ospiti.”
La storia è riconoscibile in ogni dettaglio della struttura e ogni aspetto del progetto. La pavimentazione in legno della lobby è stata realizzata con le assi delle botti riciclate. Le camere incorporano lo spirito del vino con colori e textures ricchi, come nei divani color porpora e nei tendaggi, che alludono ai tralci di vite che si arrampicano. Ci sono più di 88.000 tappi in sughero riciclati e ridipinti in colori diversi che compongono le testate dei letti di ogni camera. Dovunque guardino gli ospiti troveranno una rappresentazione e un’allusione alla vite e al vino. Ogni corridoio sul piano delle camere ha una mappa dei vitigni locali, in tema con l’atmosfera delle stanze. “Il team di designers ha ricercato e trovato moltissime citazioni di persone famose riguardo a come il vino ha influenzato le loro vite. Questi aforismi sono presenti in tutto l’hotel, anche in posti insoliti, e vanno a dimostrare che il vino non è solamente una bevanda con la quale accompagnare i pasti, ma soprattutto qualcosa che contribuisce a comunicare il gusto e il sapore della regione” afferma Herron.
La lobby, con soffitti bassi e dimensioni accoglienti, non ha creato problemi nella realizzazione dell’hotel. Infatti il team di designers del Dawson Design Associates ci ha lavorato in modo da arricchire l’esperienza di soggiorno degli ospiti. “Abbiamo sperimentato, al fine di creare un ambiente intimo e raccolto come una cantina vinicola in cui gli ospiti potessero rifugiarsi. Così abbiamo deciso di abbassare il soffitto per aggiungere un’interpretazione artistica di un pergolato di vite, sottoforma di una scultura metallica che percorre i soffitti della lobby, accentuando l’atmosfera intima da degustazione”, afferma Sheehan “è l’idea di stare attorno al fuoco, circondati da del buon vino, da amici, un bar intimo e un’atmosfera amichevole; solo la gioia di vivere e i piaceri semplici. Tutti necessitano di una pausa simile. Questa è l’atmosfera che vogliamo ricreare, proprio nel centro della città.”
Ora l’Hotel gode di una forte partnership che conta 12 tra le più importanti case vinicole dello stato di Washington che presentano i loro vini nelle stanze dell’hotel e nelle sale da pranzo delle stesse. Questo è solo uno dei molti aspetti che promuove lo scopo del team: creare un luogo designato alla riscoperta del vino. Un luogo con lo stesso tipo di ‘sapore’ di ‘Sur La Table’ (fondato a Seattle) dove si può entrare, assaggiare e degustare.
L’Hotel è molto interattivo e socievole, e il suo scopo è quello di far risaltare lo stato di Washington come uno dei più attivi nell’ambito della produzione vinicola americana.
Qual è l’idea di design adatta per poter affrontare le complessità di una struttura alberghiera moderna? Cosa ne pensa?
Il miglior design per una struttura di questa tipologia dovrebbe ispirarsi alla rivisitazione delle tradizioni locali: la ristrutturazione di edifici storici, come nel caso dell’Hotel Vintage, e la scelta di dedicarsi a un tema ben preciso: la riscoperta del vino. È fondamentale fondere tradizione, modernità e originalità nell’arredamento, in modo tale da attrarre più ospiti. Anche lo scopo didattico è importante: insegnare l’importanza della tradizione vinicola, offrendo sempre una atmosfera sofisticata.
Come si è lavorato nel design degli interni?
Il gruppo di designers ha cercato di rispettare il gusto tipico del Nord-Ovest americano e di ispirarsi sempre al vino; ha ricercato inoltre il giusto arredamento e i migliori tendaggi, come divani color porpora, tende che rimandassero ai tralci della vite e la progettazione di una sorta di pergolato nella lobby, in modo tale da accogliere al meglio il cliente.
Quali criteri sono stati seguiti nella selezione dei materiali e che ruolo hanno nel design degli interni? Quali materiali avete usato?
I materiali scelti evocano la traduzione del vino: ad esempio sono stati impiegati tappi di sughero per decorare le testate dei letti. Tutto è stato pensato per rimandare al vino.

SCHEDA TECNICA / PROJECT SHEET
Nome realizzazione / Name creation: Hotel Vintage Seattle
Luogo / Place: Seattle, Washington (USA)
Indirizzo / Address Location: 1100 5th Ave, Seattle, WA 98101, United States
Anno di realizzazione / Year of construction: Dicembre 2012- Marzo 2014
Owner/ Committente: Pebblebrook Hotel Trust
Gestore/ Operating Company: Kimpton Hotels & Restaurants
Team di progetto / Project team: Interior Design & Interior
Architecture Firm: Dawson Design Associates, Ltd.
Architecture Firm: Mattoni Design Studio
Progetto illuminotecnico / Lighting design: Lighting Designs, Inc.
Numero di camere/ Number of Guestrooms: 125 guestrooms and suites
Realizzazione / Contracting: Moline Construction Management, Inc. (only Public Space)

SCHEDA FORNITORI / PRODUCTS DESIGN FURNITURE
Audio/Visual
Majestic Mirror – Miami, FL
Electric Mirror – Everett, WA
Samsung Electronics – Suwon, South Korea

Grafiche/ Artwork
Grand Image – Seattle, WA
Soho Myriad – LA, CA ***THIS COMPANY MADE THE ARTWORK ABOVE HEADBOARD IN GUESTROOMS. THE CORK ARTWORK MENTIONED IN EMAIL***
Julie Coyle Art Associates – Sausalito, CA

Infissi/ Fixtures
Kohler – Seattle, WA
Kraus USA – Seattle. WA
American Standard - Piscataway, NJ

Pavimenti/ Flooring
Alarwool Carpets – Burgos, Spain
Shaw Carpets – Cartersville, GA

Fornitori/ Furniture
PT. Saniharto Enggalharjo – Semarand, Indonesia
Restoration Hardware – Corte Madera, CA
D’Style Hospitality Furnishings – Chula Vista, CA
JL Furnishings – Asheboro, NC

Corpi illuminanti/ Lighting
Solavanti Lighting LLC – Dallas, TX
Bover – Barcelona, Spain
Juno Lighting Group – Chino, CA
Arteriors – Carrollton, TX

Segnaletica/ Signage-Graphics
John Curtis Design – Centennial, CO

Tappezzerie e rivestimenti/ Wallcoverings and Materials
Architex – Northbrook, IL
Tri-Kes – Seattle, WA
Stone Source – Culver City, CA
Richloom – Ny, NY
Wolf Gordon - Long Island City, NY