Studio Marco Piva

Emozionante, fluido, funzionale. Questo il linguaggio che distingue le creazioni architettoniche e l'interior design dell architetto Marco Piva. L'impegno nella ricerca dei materiali e della tecnologia, il valore della differenziazione, l'innovazione nel design portano alla creazione dello Studio Marco Piva, il cui lavoro spazia dai grandi progetti all'interior design e al disegno industriale. Un viaggiatore e un designer, un innovatore che è educato agli approcci razionali, Marco Piva studia e crea soluzioni progettuali pervase di libertà stilistica e raffinata eleganza.
Photo: Andrea Martiradonna
La ristrutturazione e l’ampliamento dello storico Excelsior Hotel Gallia, nel cuore di Milano, s’inserisce nel più ampio processo di riqualificazione urbana di Piazza Duca D’Aosta, dopo la recente conclusione dei lavori di ammodernamento della Stazione Centrale. Un fondo d’investimenti internazionali del Qatar acquista l'Hotel, costituito dall'edificio degli anni '30 e dalla sua estensione dei primi anni '60, chiamato Pirelli Wing, con l'intenzione di trasformarlo in un albergo cinque stelle lusso.

 

Qual è stata la percezione globale del progetto e la filosofia di design?

La sfida era considerevole: riportare la struttura ricettiva, che ormai si estende all'intero lotto, allo splendore di un tempo, coniugando la volontà della proprietà e dei progettisti nella ricerca di equilibrio tra antico e nuovo, in un rapporto dinamico di forme, spazi e materiali.

Il nuovo progetto configura un complesso dove all'edificio in stile, un tardo bell'Epoque totalmente restaurato e ristrutturato, si affianca un edificio di nuova concezione, che si erge su Piazza Duca D'Aosta, via Galvani e via Filzi, creando una cortina leggera di acciaio e vetro, un contrappunto alle forme piene e monumentali del Gallia "storico".

Il nuovo edificio, su richiesta del committente e in accordo con le autorità comunali, è stato concepito in contrasto con l’edificio storico, e ha lo scopo di trasmettere, con il suo carattere architettonico, un senso di connessione con le architetture moderne dell’intorno urbano. Infatti, la sua facciata in vetro serigrafato con alternanze irregolari di chiari e scuri, si propone, soprattutto lungo la prospettiva di Via Vitruvio, come un elemento di coniugazione tra le texture della facciata del grattacielo Pirelli e quelle più distanti della Torre Galfa e dei nuovi edifici in costruzione nell’area di Porta Nuova.

Il concept del progetto fa riferimento al Life Style milanese, a quell'insieme unico di elementi dinamici che caratterizzano da sempre la vita della città. L'incessante interazione della cultura locale con le culture più diverse, che da sempre si configura nell'attenzione per il nuovo, per il bello, per il fashion e l'industrial design, per quello stile di vita dinamico e positivo di cui Milano è intrisa e che esporta in tutto il mondo.

Può sintetizzare la metodologia progettuale per Excelsior Hotel Gallia a Miano?

L'approccio alla progettazione nasce dallo studio del luogo, dalla storia dell'edificio, dalla memoria delle persone. Tutti questi elementi sono stati fondativi del processo progettuale. Lo studio del luogo, in particolare del contesto urbano, dei suoi caratteri storici, delle stratificazioni di funzioni e volumi, ha avviato l'indagine sugli aspetti volumetrici, materici ed in sostanza formali dell'opera da realizzare.

Nel caso di edifici esistenti ed in particolare di edifici dotati di un valore storico architettonico, l'indagine si estende agli elementi strutturali e stilistici con l'obbiettivo di individuare gli elementi progettuali di saldatura tra la storia precedente e la proiezione funzionale nel futuro.

Nel caso dell’Excelsior Hotel Gallia, anche il contributo dato dalla memoria delle singole persone o più estesamente dalla comunità è stato fondamentale per l'individuazione del nuovo assetto dell’edificio da rifunzionalizzare. Il Gallia ad esempio fu frequentato a lungo da giornalisti e scrittori, accolse per decenni incontri della comunità calcistica nazionale ed è stato a più volte set di riprese cinematografiche e televisive.

Quali le fasi del progetto?

Il progetto di rinnovo e ampliamento dell’Excelsior Hotel Gallia si è articolato in due fasi diverse ma tra loro coordinate: la prima fase ha visto la ristrutturazione ed il recupero funzionale dell'edificio degli anni ‘30 del secolo scorso, l' Excelsior Hotel Gallia, costruito per accogliere i viaggiatori in arrivo a Milano dalla nuova Stazione Centrale.

L'edificio storico è ricco di decorazioni, cariatidi, mascheroni realizzati tramite una tecnica a stampo con una miscela di cemento e inerti. Questi elementi decorativi, così come tutte le facciate storiche, sono stati completamente restaurati. Sono stati inoltre recuperati i padiglioni in acciaio posizionati in copertura negli anni 90' e destinati ad accogliere un destination restaurant, uno spazio esclusivo per eventi, oltre ad una vasta Royal Suite dotata di quattro suites, di una SPA e terrazzi privati.

La seconda fase, riguardava l'’edificio moderno, che si sviluppa in adiacenza all’edificio storico in sostituzione degli altri quattro corpi di fabbrica precedentemente presenti.

Il nuovo edificio, adiacente e collegato a tutti i piani a quello storico, si snoda da Piazza Duca D'Aosta a via Galvani e via Filzi, ha un assetto a corte ed è destinato ad accogliere numerose nuove funzioni: centro meeting, congressi e mostre al piano terra, una grande SPA distribuita al 6' e 7' piano, dotata di piscina, palestra, saune, hammam, centro benessere. Sempre al 7' piano verrà realizzato un bar con terrazza panoramica. Tutti questi ambienti potranno essere raggiunti agevolmente anche da ospiti esterni all'hotel grazie ad ascensori veloci posizionati nella grande nuova hall al piano terra. Il nuovo edificio presenta una sola soluzione morfologica e si estende coerentemente lungo i tre fronti, creando al piano terra un territorio funzionalmente interrelato con il suo intorno ed aperto ad un forte processo osmotico con la città. Lungo Via Filzi è stato realizzato il secondo grande accesso all’hotel, consentendo il recupero del fronte storico interno dell’edificio. Anche questo fronte, seppur meno nobile, è stato riportato a condizioni di grande dignità, offrendo uno scenario nuovo sul fronte di Via Filzi. Questo nuovo ingresso dà accesso diretto a un grande Foyer, una 'piazza interna' coperta da un tetto a vetro posizionato tra mezzanino e piano primo, e al sistema di sale conferenza e riunione che costituiranno il nuovo motore funzionale e di relazione con la città. Parallelamente al nuovo accesso alle aree a destinazione congressuale, è stato realizzato un grande portale di servizio, interconnesso con le attività di servizio dell’hotel (Back of The House) e con il nuovo sistema d’impianti tecnologici generalmente posizionato al livello seminterrato, completamente ridisegnato.

Come avete lavorato per l'interior design?

Gli interni del nuovo Excelsior Hotel Gallia sono stati realizzati con grande attenzione alla scelta dei materiali, delle texture e dei dettagli e fanno forte riferimento al design e al Life Style milanese con un accenno nelle forme e nelle atmosfere all'eleganza intramontabile dello stile Decò.

L’illuminazione come è stata risolta?

Rispettando le norme vigenti relative all’inquinamento luminoso è stato effettuato uno studio illuminotecnico delle facciate per enfatizzare i dettagli decorativi e allegorici dell’edificio storico, grazie all’utilizzo di corpi illuminanti non visibili che permettono di 'descrivere' l’edificio nei suoi particolari e dettagli senza interferire con l’intorno.

È previsto l’utilizzo di sistemi d’illuminazione Led sia per gli esterni sia per gli interni, al fine di ottenere una maggiore durata dei sistemi e una conseguente minore manutenzione, con un risultato di consistente risparmio energetico ed economico.

Può dire qualche cosa sul Landscape e le facciate?

Coerentemente con il rinnovo in corso di Piazza Duca D'Aosta, è previsto un progetto di landscape, che provvederà a riqualificare tutti l'isolato con particolare attenzione all'assetto del verde, alle pavimentazioni lapidee, ai percorsi pedonali protetti da una grande pensilina in vetro e acciaio e ai parcheggi.

La facciata del nuovo intervento presenta caratteristiche di trasparenza e luminosità: è costituita da moduli della larghezza di 142 cm, tripartiti in due ciechi e uno vetrato apribile. Quest’ultimo presenta un davanzale interno in vetro che veicola la luce, elemento che intende riferirsi ai piccoli balconi, quasi a filo facciata, presenti in numerosi edifici storici milanesi. L’impatto del telaio è ridotto al minimo e i montanti intendono essere nascosti per offrire una continuità di facciata. Il piano terra presenta vetrate a tutta altezza per trasmettere una sensazione di trasparenza e per poter interagire nel modo migliore con la città e la realtà circostante.

Il sesto e il settimo piano, che ospitano una spa, una piscina, un vasto spazio fitness e un ristorante-bar panoramico, sono inseriti all’interno di un volume vetrato leggero, una cortina di vetro che la sera s’illuminerà spettacolarmente.

Il ritmo di facciata nella parte storica è dettato dal ritmo strutturale e dalle finestrature esistenti ed è di tipo verticale. Nell’ala storica è stata effettuata la sostituzione di tutti gli infissi in legno con infissi in legno e alluminio, color bronzo, per garantire lo stesso cromatismo esistente, migliorando però sia le prestazioni termiche e acustiche, sia le attività di manutenzione. La facciata dell’edificio di nuova costruzione riprende il ritmo verticale dettato dagli infissi dell’edificio storico, verticalità che viene enfatizzata sia con l’uso dei moduli in vetro che attraverso l’utilizzo dei materiali.

Poiché l’edificio storico presenta differenze tra gli interpiani, al fine di mantenere gli stessi livelli interni, l’edificio di nuova costruzione prevede fasce di compensazione per poter modulare la facciata sugli allineamenti strutturali esistenti. Le facciate del nuovo edificio sono inquadrate all’interno di paramenti lapidei in basalto.

 

Scheda Tecnica

Nome realizzazione / Name creation: Excelsior Hotel Gallia a Milano

Luogo / Place: Milan, Italy

Indirizzo / Address Location: Piazza Duca D'Aosta 9 - 20124 Milano - Tel. +39 02 6785 1

Anno di realizzazione / Year of construction: 2015

Committente / Customer: Katara Hospitality

Progetto architettonico / Project: Studio Marco Piva

Progetto architettura d’interni / Interior design project: Studio Marco Piva

Superficie lorda / Gross floor area: 30.840 m2 lordi

 

scheda fornitori

Arredi / furniture:
APIR srl, ARREDAMENTI LIVON, ARREDO INN, B&B ITALIA CONTRACT spa, FREZZA, GANDIA BLASCO, NEWSYSTEM srl, REFLEX, VARASCHIN

pavimenti e rivestimenti / floors and walls:
GRATO PARQUET, BRAENDLI, EGE ECO CONTRACT srl, AURORA, CASALGRANDE PADANA, UNIFLAIR, MARAZZI GROUP srl, MIRAGE, CERAMICHE SANT’AGOSTINO, CERAMICHE FRATTINI, NUOVA SISTEMI INTEGRATI snc

mosaici / mosaics:
SICIS

tendaggi / curtains:
SILENT GLISS ITALIA, MOTTURA, DOMUS MARKET ITALIANA spa, RATTI DIVISION D, T&T DI CEPPI ROBERTO, CREATION BAUMANN srl

sanitari / health:
AGAPE srl, PONTE GIULIO, FALPER, NOVELLO srl

rubinetterie / taps:
GESSI spa, STEFANO FRABONI, RUBINETTERIE STELLA spa

tessuti / tissues:
RATTI DIVISION D, RUBELLI spa

porte / doors:
LUALDI, NINZ spa, NOVOFERM SCHIEVANO srl

letti / beds:
SIMMONS (GRUPPO INDUSTRIALE FORMENTI), CASSINA CONTRACT

grafiche/ graphics :
STEEL COLOR spa

corpi illuminanti / light fixtures:
ALTREFORME (FONTANA GROUP), ARTEMIDE, AZUCENA, DE MAJO, FABBIAN ILLUMINAZIONE spa, FLOS, FONTANA ARTE, FOSCARINI, GLIP, IGUZZINI, LA MURRINA MURANO, LEUCOS, LINEA LIGHT srl, MOOOI, NEMO DIVISIONE LUCI CASSINA, OLUCE, PELLITTERI LEDLIGHT srl, PENTA LIGHT srl, PHILIPS spa, TERZANI, VALENTI srl, ZONCA spa

Tappezzerie e rivestimenti/ Wallcoverings and Materials:
BRAENDLI

infissi / frames:
GIULIANI SOC. COP.

imbottiti / upholstered:
ARFLEX, B&B ITALIA, BAXTER, FRUPPO INDUSTRIALE BUSNELLI spa, CASSINA, LUXURY LIVING, DE PADOVA srl, DONGHIA EUROPEAN, L’ABBATE, MERITALIA spa, MISURAEMME, POLTRONA FRAU, POTOCCO spa, RUBELLI spa

sedie / chairs:
BELCA srl, CASSINA, DE PADOVA, DONGHIA EUROPEAN, EMECO, DECO ESTEL OFFICE, GALLOTTI&RADICE, L’ABBATE, FREZZA, POLTRONA FRAU, POTOCCO spa, RIVA INDUSTRIA MOBILI spa

tavoli / tables:
ARREDO INN, BERTOLESI, KNOLL, L’ABBATE, NEWSYSTEM srl, REFLEX, RIVA INDUSTRIA MOBILI spa

controsoffitti / false ceilings:
ARMSTRONG, EUROACUSTIC SAINT GOBAIN, G-IRON, KNAUF, MAGNETTI MURATURE

Tappeti / carpets:
SECRET DU LUXE

 

Materiali Spa ed area esterna / Materials Spa and outdoor area:

cabine thermario / Thermario cabins:
EFFEGIBI, GRUPPO P&G, KNOLL, MALETTI spa, NILO srl, STARPOOL srl

pavimenti e rivestimenti in marmo / marble floors and walls:
FRATELLI MONCINI srl

lettini relax / relaxing beds:
EFFEGIBI

piscine / pools:
CASAPIù